home servizi galleria download contatti

Modellazione 3D e Rendering

Da una semplice idea, da uno schizzo o da una sofisticata tavola di progetto, diamo corpo e luce alle vostre intenzioni, senza trascurare i minimi dettagli. Dall'architettura di esterni per tavole o cartelli da cantiere, agli interni per esigenze di arredo, alla presentazione di oggetti di design ed altro. Di deguito l'esempio riferito alla creazione exnovo di un locale doccia/wc, dalla modellazione poligonale alla restituzione fotografica completa di arredi.

 

La modellazione

La modellazione consiste nel creare una figura "solida" in 3 dimensioni composta da poligoni (a volte in quantità di milioni), partendo da una forma di base. Nell'esempio specifico di una villetta o di un ambiente, si procede alla estrusione della planimetria, per poi passare alla foratura delle pareti per la creazione di porte e finestre, quindi all'aggiunta di serramenti, davanzali, elementi di arredo, lattonerie, tegole, fino ad arrivare ai minimi dettagli.

Inserimento della planimetria (file .dwg)
nello spazio tridimensionale

Estrusione in altezza di pareti, sagomate con sfondati
e con l'aggiunta di piastrelle, davanzali e serramenti

I materiali

Una volta terminata la modellazione di quanto si vuole rappresentare, è il momento di procedere alla creazione dei materiali e alla applicazione degli stessi al modello, ai poligoni cui competono. Creare un materiale significa riprodurre e trattare fotografie/textures considerandone molti aspetti fisici, come la rifrazione (liquidi, vetro), la rugosità superficiale, la riflessione (oggetti cromati, specchi) ma anche il comportamento che devono tenere nei confronti della luce (capacità di diffusione, caustiche, ecc...)

L'illuminazione

Una importantissima operazione è quella di illuminare il modello e, come nella realtà, bisogna collocare le luci nel modo più conveniente ad esaltare la bellezza ed i particolari. E' possibile ricreare set virtuali di sofisticati studi fotografici o semplicemente illuminare una scena da esterno con la sola luce diretta del sole e diffusa della cupola celeste. E' importante e complesso saper curare anche l'illuminazione indiretta, ovvero generata da corpi illuminati che irradiano a loro volta l'ambiente di una luce che prende colore dall'oggetto stesso.

Inserimento cielo fisico, ampiamente gestibile con
locazione, data, orario, parametri atmosferici

Aggiunta di lampada interna per render con
luce artificiale al tungsteno o alogena

Il render e la post produzione

L'operazione più semplice è appunto quella di avviare il rendering e lasciare il complesso calcolo di resa al computer. Poche volte però il primo risultato sarà ottimale: questo è solo l'inizio di una serie di prove e test sulla resa di materiali e luci che, come nella realtà, dipendono da molteplici fattori e di conseguenza regalano svariati risultati, più o meno pilotati dall'operatore. La post-produzione, che avviene normalmente con software di fotoritocco, la si utilizza per la calibrazione fine di colori, luminosità e contrasto generale, l'aggiunta di effetti luminosi o, per aumentare il realismo fotografico, l'aggiunta dei difetti tipici delle normali fotocamere (aberrazioni cromatiche, vignettature, grana pellicola). Con le immagini seguenti la differenze tra un render nativo e uno con interventi di post-produzione.

Render nativo in Maxon Cinema4D R11

Post produzione con Adobe Photoshop

Fotoinserimenti

E' sempre più frequente, specie in ambito edilizio, dover rappresentare un fabbricato virtuale nella realtà di una fotografia con, ad esempio, il solo lotto di terreno e l'ambiente circostante, al fine di valutarne l'impatto paesistico ambientale. E' necessario a questo punto ricreare con le luci nella scena 3D la stessa luce della fotografia e allo stesso tempo posizionare una fotocamenra virtuale nella stessa posizione di quella dello scatto effettuato e con le medesime caratteristiche di ottiche e tempi utilizzati. E' sufficiente importare il render nella stessa fotografia e aggiustare gli ultimi dettagli con un software di fotoritocco. Clicca sulle immagini seguenti per osservare qualche esempio:

Creative Commons License